Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

NEWS N.41 Stefano Ardito ed il Club 2000m per la Guida " Vette dell'Appennino Centrale "

Si è svolta Venerdì 20 Settembre 2019 presso RRTREK Rifugio Roma la prima presentazione a Roma della nuova Guida di Stefano Ardito “ Vette dell’Appennino Centrale “ che vede protagonista indiretto il Club 2000m fra i tanti itinerari previsti. Ha introdotto la serata l’Alpinista Claudio Arbore. Fra i relatori anche il Direttivo FederTrek Francesco Senatore ed il Direttivo del Club 2000m Francesco Mancini.

Stefano Ardito uno dei “ Padri dell’Appennino “ non finisce mai di produrre iniziative editoriali legate a questo territorio meraviglioso e sottovalutato rappresentato da quella che si può definire la spina dorsale dello stivale Italiano.

" Stefano Ardito è uno dei più noti giornalisti, scrittori e documentaristi italiani specializzati in montagna, natura e avventura. Nato a Roma nel 1954, è camminatore, alpinista e viaggiatore, ha scritto oltre un centinaio di libri e di guide. Come regista ha all'attivo una sessantina di documentari.

Stefano è stato protagonista di viaggi, trekking e spedizioni in Himalaya, in Karakorum, in Patagonia, sulle Ande della Colombia, in Turchia, in Israele e nel Caucaso, sulle montagne dell’Africa e in Antartide.

Tra i fondatori dell’associazione ambientalista Mountain Wilderness (che ha lasciato nel 1996) ha ideato o contribuito a ideare itinerari di trekking collaborando inoltre con la Regione Abruzzo, il Corpo Forestale dello Stato, e molti Parchi Nazionali e Regionali italiani.

Oggi scrive per «Il Messaggero», «Meridiani Montagne», «Plein Air» e «Montagne 360».

In passato ha collaborato a lungo con «la Repubblica», «Il Venerdì», «Specchio» (il settimanale de «La Stampa»), «Airone», «Alp», «la Rivista della Montagna», «Paese Sera», «Nuova Ecologia», «Weekend Viaggi», «Viaggi e Sapori» e «Meridiani». Saltuarie le collaborazioni con il «Corriere della Sera», «Dove» e «Il Mattino»."

Dopo più di 25 anni dalla lettura della sua prima Guida di Montagna essere invitato a parlare come un “ importante “ esponente del mondo Appenninico è motivo di orgoglio.

Non perché il sottoscritto sia veramente importante quanto per il tanto lavoro quotidiano che da qualche anno dedico ai tanti appassionati di montagna sia come Direttivo del Club 2000m che come esponente del Club Alpino Italiano.

Noi Trekker, nonostante la tanta esperienza acquisita sul campo (la mia più grande soddisfazione è stata la salita su TUTTE le Cime dell’Appennino che vanno dai 2000m ai quasi 3000m del Gran Sasso D’italia dal Tosco-Emiliano al Calabro-Lucano ufficialmente riconosciute) rimaniamo sempre incantati nell’ascoltare il completo Excursus storico, naturalistico, Appenninico e anche critico di Stefano Ardito con le sue speciali fotografie.

Proprio questo ha fatto Stefano Ardito durante la presentazione di questa Sua ultima fatica letteraria.

Come dice la presentazione di “ Vette dell’Appennino Centrale “ l’Appennino è il cuore di pietra dell’Italia.

Dai Monti Sibillini alla Majella, passando per la Laga, il Terminillo, il Gran Sasso, il Velino-Sirente e le vette del Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise, un aspro sistema di montagne offre centinaia di itinerari a escursionisti e alpinisti.

Gli 80 itinerari di questa guida accompagnano su 152 vette di Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, in quattro Parchi nazionali e varie aree protette regionali.

Molti sono accessibili a tutti gli escursionisti, qualcuno include facili rocce, tratti attrezzati o canaloni di neve.

Sono incluse nella guida le nuove ferrate del Gran Sasso e gli itinerari dei Sibillini e della Laga trasformati dai terremoti.

I collezionisti dei 2000 appenninici trovano qui 114 cime dell’elenco.

Accompagnano chi cammina aquile e camosci, fioriture d’alta quota e faggete, panorami e cascate, eremi e borghi. Il lupo e l’orso si vedono di rado, ma ci sono “.

Con l’editore di Idea Montagna, prezzo di copertina di 25,00 €, formato 15X21 cm le 320 pagine ci portano nel cuore di tutti i settori morfologici con un occhio anche all’Appennino Umbro-Marchigiano (Monte Catria, Balza degli Spicchi, Monte Cucco e Monte San Vicino) e al Preappennino Laziale (Monte Navegna, Monte Gennaro, Monte Semprevisa, Monte La Croce, Monte Erdigheta, Monte Pizzone, Monte Circeo, Monte Fammera, Monte Cairo).

Fra i presenti il noto gruppo degli ZIS Zaini in Spalla con il Presidente Marco Mampieri e la Sua sempre dolce Alba Pacifici con il Vice Presidente Massimiliano Carnali ed il famosissimo Mauro Trechiodi.

Non poteva mancare la bellissima Julia Antonucci resa giustamente famosa per il suo progetto legato al territorio delle Sue origini.

Vi invito a leggere il LINK che allego così da capire meglio questa impegnativa e bella storia ai piedi delle montagne di Amatrice dove tenacia e amore si uniscono e uniscono 3 sorelle.

https://www.ilmessaggero.it/mind_the_gap/accumoli_in_marcia_terremoto_oggi-4601495.html

David Ciferri titolare di RRTREK ha aperto la serata come sempre nella sala conferenze del negozio di montagna nato nel 1990 con il nome di Rifugio Roma, diventato negli anni il punto di riferimento per gli amanti dell’outdoor a Roma e nel Lazio, cercando di soddisfare i clienti con professionalità e rendendo l’acquisto un’esperienza formativa e gratificante.

Il team è formato da personale altamente specializzato che pratica le più diverse attività outdoor ed è in continuo aggiornamento per offrire al cliente il prodotto migliore con la migliore consulenza tecnica.

Negli ultimi anni l’azienda si è ingrandita e ha visto l’apertura di due nuovi punti vendita: RRTrek a Pescasseroli, outdoor shop a Fonte Cerreto di Campo Imperatore in provincia di L’Aquila, e RRClimb a Roma, specializzato in arrampicata sportiva e boulder.

Con questi incontri RRTrek inoltre si impegna da sempre alla diffusione di una Cultura della Montagna che abbia come obbiettivi la conservazione, la valorizzazione e la promozione del patrimonio montano, che riesca a sensibilizzare gli amanti degli sport outdoor e che sia altrettanto in grado di attrarne di nuovi, soprattutto tra le nuove generazioni.

La presentazione è stata introdotta da Claudio Arbore, alpinista, geografo ed esperto di cooperazione internazionale e professore presso la libera università di lingue e comunicazione

Claudio Arbore da decenni impegnato nell’ambito della montagna tanto da essere invitato come importante ospite presso grandi manifestazioni si è specializzato molto nelle cascate di Giaccio.

Dalla prima salita della cascata del Peccato (1991) e quella delle cascate della Valle dell’Inferno sul Gran Sasso (2012) nella sua grande esperienza di Appennino Claudio ha delimitato idealmente una ventennale storia di ricerca e di esplorazione sulle cascate di ghiaccio dell’Appennino Centrale e proprio per questo motivo è stata la persona ideale per raccontare al meglio l’esperienza del libro di Stefano Ardito.

Fra gli ospiti relatori il contributo del Direttivo Francesco Mancini che in rappresentanza del Club 2000m ha ringraziato Stefano Ardito per aver inserito nella Guida questo sodalizio fra i più importanti interpreti dell’Appennino.

Per questo motivo è stata ufficializzata la presenza di Stefano Ardito anche alla Serata Sociale Annuale del Club 2000m che si svolgerà Sabato 23 Novembre 2019 in collaborazione con il Club Alpino Italiano di Sora proprio nella città Sorana.

Francesco Senatore Direttivo Federtrek ha terminato la presentazione con il Suo contributo di grande esperienza legato ai territori colpiti dai Terremoti che purtroppo sono nelle valli e nelle città che si raggiungono per salire sui sentieri della Guida di Stefano Ardito ricordando il Cammino delle Terre Mutate la giornata del camminare di Domenica 13 Ottobre 2019.

Colgo l’occasione per ringraziare nuovamente il titolare di RRTREK David Ciferri che con la “ Sua “ Cristina Ottaviani mi hanno fatto emozionare e sentire parte della grande Famiglia RRTREK.

Ricevere in dono il GILET UFFICIALE e la MAGLIA UFFICIALE è il riconoscimento morale dell’amore e dell’impegno gratuito che metto per tutto ciò che ruota intorno al mondo della montagna.

Mi avete fatto sentire come Luigi Tassi Alpinista e Fotografo e Silvia Muzio e Michela di Paolo Accompagnatrici di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Regione Abruzzo di Kalipè MountainLove che collaborano con il gruppo fra Roma, Fonte Cerreto di L’Aquila e Pescasseroli.

Non rimane a questo punto che aprire il Libro di Stefano Ardito e decidere la prossima montagna da salire.

 

 

Letto 1257 volte

Galleria immagini

Devi effettuare il login per inviare commenti