Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

Giovedì, 17 Agosto 2023 00:00

Il ritorno per l'anello della Sibilla da Montemonaco con il selvaggio traverso degli Imbuti

17 Agosto 2023: IL MIO RITORNO SULL'ANELLO DELLA SIBILLA DA MONTEMONACO CON IL SELVAGGIO TRAVERSO DEGLI IMBUTI - #Doveunsognoèancoralibero AEV FederTrek – www.EsplorandoX.it www.Club2000m.it - Percorsi KM 18 con D+ 1500m -

L'ultima volta che ero salito sulla Cima del Monte Sibilla era oltre 10 anni addietro.

Da molto tempo avevo in animo di tornarci ma questa volta da Nord.

Sveglia quindi molto molto prima dell'Alba a causa della lontananza dell'attacco del sentiero per il lungo viaggio in auto con prenotazione anticipata anche della Navetta.

Sulle montagne di DANIELE ALESSANDRINI e i suoi FREE MOUNTAIN e della " Sibilla " SARA MARCELLI cerco un itinerario che realizzasse una sorta di anello in quota per non tornare sugli stessi passi e percorrere in toto la famosa Z sterrata.

A parte 5 cani pastore, con deviazione dritti per dritti in quota di quasi 200 metri di dislivello, missione compiuta.

Percorso non facile soprattutto nel lunghissimo traverso fuori sentiero effettuato quasi di corsa attraverso l'imbuto della Meta per non perdere il piccolo bus che dal Rifugio Sibilla ci doveva riportare a Montemonaco.

Purtroppo al momento la strada sterrata che dal Paese sottostante porta in alto è vietata alle auto.

Ringrazio la Grandissima Appenninista ANGELAMARIA TRESCA che ha accettato il mio invito, accennato già da un mese, anche se, a causa di un ginocchio in non perfette condizioni ha preferito non forzare fermandosi alla Cima di Vallelunga e il mio FABIO NOTARI con il quale non ho bisogno di parlare perché oramai ci capiamo solo con uno sguardo.

Anche oggi non potevano mancare i miei soliti, casuali e incredibili incontri con la fortissima e solitaria LINDA CENSI da Ancona.

Credo che neanche se ci davamo un appuntamento ci saremmo potuti incontrare così come sul Monte Porche.

La Sibilla presa da Nord presenta una visuale straordinaria da una parte su Pizzo Berro e la Priora e dalla parte opposta sulla Cresta di Torrone e Sasso D'André e quella del Redentore.

Con affaccio terrificante sulle Gole dell'Infernaccio e sulla grandiosa Valle di Vallelunga, la Valle dell'Aso e la Valle che da Foce attraversando i Piani della Gardosa e le Svolte arriva fino al Lago di Pilato.

Percorrere la sua lunghissima cresta dal Monte Zampa fino alla Sella di Sasso di Palazzo Borghese è qualcosa di magico.

Unica la corona di rocce rosa proprio alla base della Cima della Sibilla come se fosse sulla testa della maga che risiedeva nella grotta sotto di essa.

Secondo la leggenda popolare la Sibilla era una maga, incantatrice e indovina regina di un mondo sotterraneo paradisiaco al quale si accedeva attraverso la grotta.

La Sibilla Appenninica è una figura dell'immaginario collettivo diffusasi a partire dal Medioevo nell'area montana del Piceno e di Norcia.

Di certo la nostra Sibilla sarà rimasta di sasso nel vedere la totale " finta " ignoranza sui più elementari principi di idrogeologia e nivologia, dei politici e dei tecnici che dai primi anni '60 hanno tentato di creare un collegamento stradale a 2000 metri di altitudine che sarebbe dovuto arrivare a Frontignano.

Nel 2023 già l'Anas e le Provincie chiudono strade d'inverno molto meno pericolose perché non hanno mezzi e uomini per pulirle pensate una come questa.

Si ringrazia Italia Nostra e il CAI di Ascoli Piceno per l'impegno nel bloccare tale inutile opera.

La scusa iniziale di tale sfregio era quella di operare dei miglioramenti dei pascoli e renderli maggiormente fruibili.

Era Il Consorzio di Bonifica dell'Aso con l'Ing. Paoletti e del Sindaco di Montemonaco Corbelli.

In realtà insieme ai responsabili delle Amministrazioni Comunali del versante opposto come Ussita e Frontignano si volevano altri impianti di Sci oltre a quello abbandonato del Bove con collegamenti sulla Sibilla e Vallelunga e relativi edificazioni.

I lavori iniziarono nel 1963 e si fermarono nel 1971 come sempre accade in Italia.

Nessuno si prese la responsabilità nè di continuare nè di bloccare.

A noi l'opera di divulgare l'insipienza umana con queste ascese piene di curiosità e sudore ma soprattutto di passione verso la montagna.

ITINERARIO:Rifugio Sibilla di Montemonaco 1540m, Monte Zampa 1791m, Cresta Nord della Sibilla 1900m, Cima del Monte Sibilla 2173m, Cresta Sud 2100m, Sella delle 2 Cime 2050m, Cima di Vallelunga 221m, Cima di Monte Porche 2233m, Sella di Sasso di Palazzo Borghese 2090m, Sentiero Zappacenere 1900m, Deviazione traverso degli Imbuti 1600m, Strada Sterrata altezza Rifugio della Banditella 1850m, Rifugio La Sibilla 1540m

Letto 111 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Agosto 2023 13:18
Devi effettuare il login per inviare commenti