Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

Lunedì, 27 Dicembre 2021 00:00

La Croce di Edgard per la traversata da Peschio Rovicino di Forme a Rosciolo dei Marsi

27 Dicembre 2021 – LA TRAVERSATA ALTA DA PESCHIO ROVICINO DI FORME A ROSCIOLO DEI MARSI PER LA CROCE DI EDGARD - #doveunsognoèancoralibero – www.EsplorandoX.it www.Club2000m.it – Percorsi Km 15 – D+ 900m – D- 1150m – Per i “ Benpensanti “ (che credono agli Appenninisti volti solo alla ricerca delle cime Over 2000 metri) anche oggi un’ascesa alla scoperta di una “ Anima dell’Appennino “. Purtroppo quest’oggi dedicata ad un giovane che il 26 Novembre del 1947 perse la vita proprio sotto i baluardi rocciosi del Monte Velino. Erano tantissimi anni che volevo raggiungere questo luogo sconosciuto ai più che pochi, in passato, erano riuscito a trovarlo. Approfittando della ubicazione scoperta, con più perlustrazioni, da parte del LUPO ZAC studio questa uscita però alla mia maniera. Avendo 2 auto si organizza la logistica lasciando le auto da una parte all’altra del gruppo morfologico così da poter percorrere una traversata dai 2 paesi opposti alle pendici di questa grandiosa montagna. La nebbia prevista (mai alzata né in partenza né all’arrivo) ha reso ancora più spiritualmente intenso questo pellegrinaggio nel cuore del Velino meno battuto. Rovinato solamente dalla DISTRUZIONE INUTILE che sta avvenendo da quelli che il Parco Sirente Velino definisce “ lavori di **rinaturalizzazione dei rimboschimenti a conifere alloctone della Riserva Naturale Orientata “Monte Velino”**.  Avviati da tempo (che ovviamente non stanno rispettando la tempistica di scadenza) dall’Amministrazione Comunale di Massa d’Albe grazie a un finanziamento straordinario del Ministero della transizione ecologica ai Carabinieri per la Biodiversità avrebbero in teoria lo scopo di favorire l’attuazione delle misure di conservazione delle aree della Rete Natura 2000 dell’Unione Europea. In realtà non sono altro che una DEVASTAZIONE di un polmone verde oramai integrato sia paesaggisticamente che naturalmente dove la fauna ha trovato da decenni il suo habitat. Ma in Italia è così: si chiudono e si vietano i sentieri agli escursionisti mentre si creano autostrade d’alta quota per abbattere la flora esistente in nome di un ecologismo volto solo a ottenere finanziamenti economici oltre ad autocelebrazioni personalistiche di coloro che credono di essere i paladini della natura. EDGARD LEIBFRIED, Seminarista del Pontifico Collegio Germanico-Ungarico di Roma, 21enne deceduto proprio in queste zone non poteva proprio immaginare che un giorno sarebbe avvenuto tutto questo. Gli Inverni di 100 anni addietro non erano quelli di oggi. Per questo motivo EDGARD, sorpreso dall’improvviso maltempo, durante la discesa affrettata (forse per un malore, per un infortunio o stanchezza) perse la traccia degli altri. La notte non gli lasciò scampo e la neve per tutta la dura stagione fredda seppellì il suo corpo fino a Primavera. Dopo 6 mesi 2 pastori casualmente ritrovarono il giovane proprio nel punto dove la famiglia fece scolpire, a perenne ricordo della tragedia, una Croce da un artista di Rosciolo dei Marsi. Fra Il Vallone della Chiave e il Vallone dell’Orso mentre un numeroso branco di cervi guarda volteggiare i grifoni lasciamo questo luogo immerso nella natura più incontaminata consigliando a tutti coloro che vogliono vivere questi momenti di rivolgersi all’Amico Ercole Wild Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Regione Abruzzo https://www.montagneselvagge.com/  GRAZIE LUPO ZAC per avermi fatto compagnia in questo viaggio meraviglioso. CIAO EDGARD giovane spirito del Velino. Rifugio Casale da Monte di Peschio Rovicino di Forme 1120m, Fonte Canale 1200m, Piè di Cafornia 1379m, Sotto Colle Pelato 1300m, Colle Cerretino 1236m, Vallone dell’Orso 1500m, Dorsale del Vallone della Chiave con la Croce di Edgard 1758m, San Barnaba 1000m, Rosciolo dei Marsi 925m

 

Letto 684 volte Ultima modifica il Mercoledì, 29 Dicembre 2021 21:18
Devi effettuare il login per inviare commenti