Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

Domenica, 19 Dicembre 2021 00:00

Con Alessio " il Ragazzo dei 2000 " e i " Free Mountain " di Daniele Alessandrini per la traversata della Cresta del Redentore sui Sibillini

19 Dicembre 2021 – CON ALESSIO “ IL RAGAZZO DEI 2000 “ E I “ FREE MOUNTAIN “ DI DANIELE ALESSANDRINI PER LA TRAVERSATA DELLA CRESTA DEL REDENTORE SUI SIBILLINI - Percorsi KM 12 con D+ complessivo 1100m - #doveunsognoèancoralibero – www.EsplorandoX.it - www.Club2000m.it – Sveglia alle 3.45 con partenza dal sentiero alle 8 per questa meravigliosa ascesa che in ambiente pienamente invernale va realizzata con molta attenzione, soprattutto in discesa, nei ripidi canaloni che con discrete pendenze portano direttamente ai piedi di Castelluccio di Norcia. Più di 6 ore di auto fra andata e ritorno sono stati ripagati da questa giornata che umanamente, meteorologicamente e tecnicamente rimarrà fra le più belle mai compiute. 8 ore immersi in un ambiente unico nel cuore dei Sibillini. Una delle “ Creste d’Appennino " più importanti (proprio come il libro edito da ALBERICO ALESI, personaggio storico dell’alpinismo piceno, http://www.esplorandox.it/libri/item/23-creste-d-appennino). Continua quindi il mio viaggio fra le “ Anime d’Appennino “ soprattutto in questi ultimi 2 anni (ma anche i prossimi) che vedranno sempre più difficili gli incontri numericamente importanti a livello associativo con gli Appenninisti Italiani. Difatti da oltre 2 anni tentavo di salire in montagna con ALESSIO ALESSANDRINI sorprendente bambino (ora ragazzo) d’Appennino che a poco più di 14 anni è salito finora su 167 cime Over 2000 di tutta la catena morfologica dell’Italia centrale. A 12 anni lo scudetto delle 50 cime nella Riunione Annuale del Club 2000m a Sora nel Novembre 2019. A 12 anni già fatto il Centenario del Gran Sasso D’Italia oltre a varie cime alpinistiche per non parlare delle salite sulle Dolomiti. D’altronde non poteva essere diversamente avendo un Nonno ed un Padre come DANIELE da sempre frequentatori di montagna. ALESSIO infatti ha battuto anche il Padre nel salire sul MONTE VETTORE a 5 anni (1 anno prima del Papà). ALESSIO è molto fortunato ad avere una guida d’eccezione come il fondatore dei FREE MOUNTAIN nati nel 2017 per sollevare la problematica dei territori montani colpiti dal tragico terremoto del 2016 al confine fra le Marche e l’Umbria con l’evento delle 15 cime “ Un anello per i Sibillini “. Da qui la creazione del bellissimo e utile BLOG https://www.freemountain.blog/.../un-anello-per-i-sibillini/). DANIELE, insieme al suo compagno di cordata STEFANO ANIBALLI, come tutti gli ascolani DOC è dotato di capacità alpinistiche che tuttavia per modestia cerca di nascondere ma che ho potuto constatare personalmente quando, scendendo dal canalone sotto alla cima di Quarto San Lorenzo, è stato uno dei pochi che non è sceso disarrampicando. DANIELE, contrariamente ai “ benpensanti “ ha saputo cogliere il vero significato dell’Albo dei 2000 dell’Appennino: una opportunità stimolante per un  “ bambino dei monti “ come Alessio. In questo modo gli sta permettendo di scoprire nuovi territori che non siano sono quelli frequentati fino ad adesso come i Sibillini, la Laga ed il Gran Sasso e nel contempo fare esperienza sul campo prima di lasciarlo libero ad affrontare da solo i sentieri della montagna che sono anche quelli della vita. ALESSIO vive questo elemento morfologico con una naturalezza ed una forza raramente vista in altri suoi coetanei. Senza un briciolo di timore neanche nei punti più difficili ha condotto sempre da primo tenendo premuto il freno per non allontanarsi troppo rispetto al gruppo. Il mio bagaglio di esperienze di oggi si è arricchito anche della conoscenza della serietà di FABIO DI PIETRO e della sensibilità di GIOVANNI VITELLI così vicino alla mia persona per molti motivi personali scoperti passo dopo passo. Finalmente l’incontro eccezionale dal vivo con 2 grandissimi Montanari come DOMENICO CIANCAGLIONE e LORENZO ZACCAGNO che in solitaria affrontavano queste non semplici creste. TERZO TEMPO al Rifugio degli Alpini di Pretare dove il sorriso del mitico GINO QUATTROCIOCCHI ha concluso degnamente la serata. GRAZIE DANIELE per tutto l’affetto che mi hai riservato e la disponibilità che mi hai donato. VAI ALESSIO “ RAGAZZO dei 2000 “ alla conquista di TUTTE le cime dell’Appennino con quel gesto che oramai Ti caratterizza come nei fumetti. Con le dita delle 2 mani in segno di vittoria e lo sguardo rivolto al cielo non per dimostrare agli altri la Tua bravura ma per esprimere a te stesso quella semplice felicità di questo bellissimo ma serio “ gioco “. Per me sarà un onore festeggiare l’ultima cima proprio insieme a Tuo Padre e a Tuo Nonno che sono sicurò non potrà mancare a quella che sarà la chiusura di un cerchio che Vi unirà per sempre anche nei sentieri della vita spirituale. W la Montagna !!! W l’Amicizia !!! Forca di Presta (AP) 1534m, Croce Zilioli 1928m, Monte Vettoretto 2052m, Rifugio Tito Zilioli 2240m, Punta di Prato Pulito 2373m, Cima del Lago  2422m, Cima del Redentore 2448m, Cima dell’Osservatorio 2350m, Quarto di San Lorenzo 2247m, Canalone per la Valle delle Fonti 2000m, Le Praterelle, Prate Pala, Piè di Colle di Castelluccio di Norcia 1310m.

 

Letto 565 volte Ultima modifica il Domenica, 26 Dicembre 2021 22:29
Devi effettuare il login per inviare commenti