Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

dal 1992 alla scoperta del proprio io...

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Francesco Mancini per ricevere tutte le informazioni sulle attività e gli eventi da lui organizzate.

Francesco Mancini

Francesco Mancini, Esploratore di Terre e di Anime, Classe 1966, Fotografo, Grandissimo Appenninista avendo asceso TUTTE le Cime della Catena Appenninica che parte dal Tosco-Emiliano fino a quello Calabro-Lucano censite fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso D'Italia e componente del Consiglio Direttivo del Club 2000m oltre che iscritto al CAI dal 1998.

A 8 anni mi affacciavo dalla finestra della cameretta ammirando la maestosità del Monte Velino dicendo a me stesso " Io un giorno salirò la sopra ".

Così nasce la mia passione per le montagne contagiata dal fumetto che meglio rappresentava il mio animo e con cui ho sognato per decenni. Le sue esplorazioni erano le mie esplorazioni.

Viaggiando nel tempo con ZAGOR ho vissuto una vita parallela aspettando di essere grande per poter, nel mio piccolo, realizzare avventure simili.

Molto sportivo (Pattinaggio e Judo,Calcio,Tennis,Basket e Pallavolo,Runner) poi escursionista, alpinista invernale su alcune cime, sciatore, da non molto anche in MTB esplorando dappertutto.

Esplorando X dove la X sta per ignoto come la destinazione di tutti i montanari e bikers esploratori del territorio che li circonda ma, in fondo, esploratori del proprio animo.

Proprio per questo motivo ho intrapreso il meraviglioso  " Progetto del Club 2000m " che mi ha permesso di vivere la montagna con una nuova consapevolezza: non come alcuni credono un  " Collezionismo di Cime " ma una vera e propria " Esplorazione " della morfologia territoriale di tutta la Catena Appenninica Italiana Over 2000m.

Questo lunghissimo viaggio ha permesso di conoscere anche dei lati di me stesso che non conoscevo completando anche la mia essenza di vita.

La Maturità Classica, la Laurea in Giurisprudenza ed il tirocinio per la pratica forense per diventare Avvocato (che non è la mia professione) mi portano tardi in montagna dal 1992 con persone esperte, in seguito con il Club Alpino Italiano, oramai da anni in solitaria o con pochi fidati amici.

Un ringraziamento a mia moglie Maria e ai figli Daniele e Alessio per aver accettato la mia assenza in alcuni momenti della loro vita e a mio Padre e mia Madre per avermi reso quello che sono.

Questo Blog non ha nessuna velleità di natura escursionistica e alpinistica tanto meno di natura tecnica e culturale ma è solo una condivisione di tutto quello che sono riuscito a raggiungere in tutti questi anni di vita affinché non vada perso dalla mia memoria.

Grazie al Webmaster Giorgio Carrozzini ho realizzato questo Blog spinto anche da tutti coloro che in questi anni hanno dimostrato un interesse sincero (almeno spero) per quello che ho scritto sia privatamente che nei Social con i tanti LIKE, commenti e complimenti.

Sono certo apprezzerete gli articoli che ho pubblicato in passato su altre realtà informatiche e che purtroppo ho notato si sono persi nel vasto etere di cui tutti facciamo parte.

Un angolo di approfondimento da leggere con calma in questo mondo dove tutto va di corsa e dove i rapporti umani sono annullati anche durante una ascesa in montagna.

Chi già mi ha letto sa di che cosa sto parlando.

Oramai tutti " scannerizzano " senza soffermarsi, senza riflessione.

Mio malgrado da romantico della vita e della montagna ho scoperto che anche in questo mondo ci sono invidie, gelosie, addirittura odio, rivalità, interessi anche a piccoli livelli come il nostro.

Ritengo che l'impegno non significa voler apparire per ergersi protagonisti ma solo donare una parte di se stesso agli altri per una grande passione comune.

Io non sono nessuno ma esisto solo se qualcuno mi pensa con affetto e mi mette nel cassetto del suo animo perché solo così può essere per sempre.

Tutte le fotografie che vedrete fanno parte della mia collezione privata anche quelle che mi vedono protagonista in prima persona riuscite grazie all'attrezzatura per l'autoscatto e tanta pazienza, alcune sono state realizzate dai miei compagni di avventura e di questo li ringrazio ancora per aver immortalato momenti d'eccezione.

Letto 7496 volte