Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

Sabato, 09 Maggio 2009 00:00

Sole al Tracciolino di Annibale sulla Laga

 Dalle Macchie Piane al Pizzo di Sevo

Partenza Amatrice

Tempo di percorrenza: 2.15 ore

Difficoltà: E - Escursionistico

Dislivello: 810 m

Da Amatrice si scende verso la Via Salaria, si superano un tornante e l'ospedale e si devia a destra in direzione Sommati, Sant'Angelo e altre frazioni. Se si arriva dalla Salaria non è necessario passare per il centro Amatrice.

Lungo la strada si raggiungono Sommati e Sant'Angelo. Qui si piega a destra e si prosegue per la strada asfaltata, franata in qualche tratto ma sempre percorribile, che sale al terrazzo erboso delle Macchie Piane dove termina (1606 metri, 8 km da Sant'Angelo) a poca distanza da uno stazzo.

Si segue a piedi la mulattiera segnata che traversa il pianoro, raggiunge una macchia di faggi, sale verso il Pizzo di Sevo, e poi piega verso destra iniziando una lunga e panoramica traversata a mezza costa. Il sentiero aggira il crestone che scende verso sud-ovest di Pizzo di Sevo al ripiano di Colle dell'Orto (1852 metri, c'è un piccolo ricovero in pietra), traversa il profondo Fosso dei Caprini, gira anche un secondo costone e poi riprende a salire ai piedi del versante meridionale del Pizzo di Sevo, in direzione dello spartiacque della Laga. Si sbuca in cresta sulla più settentrionale delle due selle della Forca (2119 metri, 1.30 ore).

Un sentiero che si stacca a destra poco prima del valico permette di scendere a una fonte, utile se ci si deve rifornire d'acqua. Dal valico si piega a sinistra, e si sale per una facile cresta di erba e sassi, che precipita verso destra (est) con ripidissimi pendii rocciosi. Negli ultimi metri, al di là del Monte Gorzano, appare il Corno Grande del Gran Sasso. La vetta di Pizzo di Sevo (2419 metri, 0.45 ore) è formata da un piccolo pianoro.

In discesa la soluzione più sbrigativa è offerta dai larghi pendii del versante occidentale della montagna. Dalla vetta si scende senza via obbligata, tenendosi all'inizio su un largo crestone, che si lascia quando piega a sinistra per raggiungere il percorso dell'andata a poca distanza dalle Macchie Piane e dalla strada (1.15 ore).

Letto 232 volte Ultima modifica il Domenica, 30 Ottobre 2016 18:23