Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

Sabato, 20 Agosto 2005 00:00

Cima Giovanni Paolo II da Campo Imperatore

 Elevazione della Catena Occidentale del Gran Sasso.

 É posta sopra la grande conca del Venacquaro, sulla lunga ed uniforme Cresta delle Malecoste, tra la Cima delle Malecoste ed il Pizzo Cefalone.

La cima, soprannominata anche Gendarme dagli alpinisti locali, è frequentata pochissimo: non è quasi mai meta principale di un´escursione e si raggiunge dalla parte opposta, nella lunga traversata della Catena Occidentale, dal Passo delle Capannelle a Campo Imperatore.

Giovanni Paolo II (Cima) Da Campo imperatore, la Portella, il Cefalone e le Malecoste

difficoltà: EE   PICCOLA PARTE ESPOSTA

quota partenza (m): 2120

quota vetta/quota massima (m): 2425

dislivello salita totale (m): 780

località partenza: Albergo Campo Imperatore (L’Aquila , AQ )

Itinerario   12 Km A/R  Tempi 4/5 Ore

La cresta delle Malecoste dal Cefalone alla Cima Giovanni Paolo II è aerea e rocciosa: sono necessari piede sicuro e un po' di esperienza.

La gita permette di concatenare anche il Cefalone (2533 m.) ed è estremamente panoramica, sia verso il resto del gruppo del Gran Sasso, sia verso la conca aquilana e gli altri monti abruzzesi.

Da Campo Imperatore si sale al Rifugio Duca degli Abruzzi per prendere la cresta della Portella in direzione del Pizzo Cefalone.

Scavalcata la Cima della Portella si scende al valico della Portella (questo punto si può raggiungere anche direttamente da Campo Imperatore con un sentiero a mezza costa, evitando il Duca, con risparmio di tempo e dislivello).

Da qui la cresta continua a saliscendi fino alla base del Pizzo Cefalone.

 Il sentiero lo aggira sul versante sud (sx per chi procede) fino a un canalino di roccette, pietrame e sfasciumi che permette di salire in vetta (2533).

Proseguendo lungo la linea di cresta, invece, cominciano le Malecoste.

 La cima con la croce dedicata a Wojtila e già ben visibile.

La cresta si fa presto sottile e rocciosa e richiede attenzione.

Ritorno per la stessa via.

 

Letto 231 volte Ultima modifica il Lunedì, 31 Ottobre 2016 16:22