Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

dal 1992 alla scoperta del proprio io...

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Francesco Mancini per ricevere tutte le informazioni sulle attività e gli eventi da lui organizzate.
Sabato, 07 Gennaio 2017 00:00

Solitaria sulla Crocetta del Monte Pettino sui Monti Aquilani

7 Gennaio 2017 - IL FORTISSIMO VENTO GHIACCIATO NON FERMA LA MIA VOGLIA DI ESPLORAZIONE: UN ANELLO SULLE MONTAGNE AQUILANE PER LA CROCETTA DI SAN GIULIANO DEL MONTE PETTINO - Percorsi Km 8 per dislivello complessivo salita di 670m: San Sisto dell'Aquila 630m, Convento di San Giuliano 880m, Crocetta 1098m, Convento di San Giuliano 880m, Valle di San Giuliano, La Rocchetta 953m, San Sisto 630m. 

Vado in montagna da decine e decine di anni e soprattutto ho casa vicinissimo a queste zone ma nonostante tutto non le conoscevo.

A volte per un piccolo esploratore si tralasciano sempre le zone più vicine per andare in quelle molto più lontane dicendo sempre fra se e se che tanto sono così vicine che ci potrò andare quando voglio.

Ma nel frattempo sono passati decenni.

Per questo motivo approfittando della recente nevicata, ma soprattutto delle condizioni in quota in questa giornata proibitive, a causa del fortissimo vento, per decidere di andare finalmente sulla famosa Crocetta di San Giuliano.

Da L'Aquila si seguono le indicazioni per il convento di San Giuliano 778m, sotto Monte Pettino.

Si parcheggia la macchina nei pressi del quartiere San Sisto qualche Km prima del Convento.

Si arriva ad una sbarra che superata tramite una strada sterrata porta al Convento di San Giuliano.

Nei pressi della fontanella si hanno 2 possibilità per salire.

La prima più lunga è quella di passare dietro al Convento aggirandolo per poi avviarsi verso la valletta che si trova ai piedi del Monte Pettindo dalla parte opposta rispetto a dove noi giungiamo.

L’Altra ipotesi più bella da un punti di vista montanaro è chiamata direttissima che si inerpica dentro al bosco giungendo alla sella proprio sotto alla Crocetta di San Giuliano da dove già si può ammirare un bellissimo panorama.

Volendo si può fare un anello salire per la direttissima e poi scendere dalla parte opposta così da rendere diversa la salita.

Si continua a salire su pendenze discrete e dopo poco è ben visibile la Crocetta, una croce di metallo che in realtà non è la vera e proprio sommità del punto più alto in quanto è posta  a quota 1068m.

La sommità del monte Pettino è a quota 1147m per cui devi proseguire la cresta della montagna per arrivarci.

Il punto panoramico più bello quello proprio della mia foto di copertina  è pochi metri prima della Croce, lì dove c'è una grossa roccia che affiora.

Da qui è ben visibile tutta la città dell'Aquila e la valle Aterno.

Inoltre proprio di fronte a Noi il Monte La Quartora e Monte Ocre 2204 mentre  sulla sua sinistra è ben visibile il Sirente 2347m.

Alla fine della vallata si vede bene il massiccio della Majella, mentre se ci giriamo di spalle alla vallata, ci troviamo di fronte la catena del Gran Sasso dove risultano ben visibili fra tutti il Pizzo Cefalone 2533.

Oltre tale altopiano, coperti alla vista dalle montagne ci sono, sulla destra il paese di Collebrincioni e a sinistra il paese di Arischia.

Questo itinerario è un bellissimo tragitto da fare sia come allenamento quotidiano per gli sportivi ma anche una bellissimo territorio per la MTB.

In futuro lo scoprirò molto meglio e lungamento con la mia BOTTECCHIA

 

Ultima modifica il Giovedì, 27 Aprile 2017 14:27