Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

dal 1992 alla scoperta del proprio io...

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Francesco Mancini per ricevere tutte le informazioni sulle attività e gli eventi da lui organizzate.
Domenica, 20 Novembre 2016 00:00

Su Monte della Corte quando la montagna è donna con Luciana D'ANDREA

20 Novembre 2016 - QUOTA 2182m SU MONTE DELLA CORTE QUANDO LA MONTAGNA È DONNA - Percorsi Km 20 con dislivello salita di 900m con il caro Andrea Cappadozzi in attesa del Grande Evento del 3 Dicembre: Passo Godi 1471m, Valle dei Campanili 1631m, Stazzo Ziomas 1583m, Serra Ziomas 1617m, Ferroio di Scanno 1715m, Coppo del Campitello 1755m, Traverso della Corte 1850m, Anticima 2038m, Cima Monte della Corte 2182m, Cresta Sud 1950m, Stazzo Val di Corte 1900m, Valico 1960m, Cima Monte del Campitello 2014m, Valletta del Campitello 1850m, Ferroio di Scanno 1715m, Serra Ziomas 1617m, Stazzo Ziomas 1583m, Valle dei Campanili 1631m, Passo Godi 1471m.

 La catena montuosa che delimita il versante sinistro (orografico) della Valle del Sagittario comprende numerose cime.

Una delle più meridionali è il Monte della Corte, poco distante dal monte Marsicano.

Questa salita nasce casualmente e forse anche inconsciamente volutamente.

Come sempre negli ultimi tempi la scelta della montagna avviene in base al meteo.

La zona del PNALM era una delle poche con tempo più certo per cui decido insieme ad Andrea CAPPADOZZI di provare a salire dal versante di Passo Godi.

Per lui era una Cima nuova.

Per me era un ritorno dopo tanti anni da questo versante perché dal versante del marsicano c’ero salito l’anno prima.

Il bello del Club 2000m è quello di salire anche da versanti diversi proprio per conoscere meglio tutti i versanti della montagne.

E poi non poteva essere diversamente visto che il mio nuovo Blog si chiama proprio Esplorando X.

Visto che sarei passato dal lato di Forca D’Acero e quindi passando per Frosinone non potevo non chiamare la mia nuova amica di montagna Luciana che vive queste nuove esperienze di montagna con un entusiasmo sano e sincero.

Luciana è rimasta una ragazza d’altri tempi per questi aspetti e questo mi rende molto felice nel portarla con Noi quando andiamo dalle Sue parti.

Vive la montagna nel più profondo dei sentimenti.

Poi sono contento perché posso anche di nuovo rivedere Andrea e viverlo ancor di più visto che nelle ultime occasioni c’era stata molta più gente.

Il percorso rimane comunque faticoso per la lunga sterrata , sempre bella, ma lunga almeno 6/7 Km prima di arrivare alla valle più stretta che porta in quota.

Potrei scrivere per ore ma la cosa più divertente rimane l’ideazione della foto che vedete in copertina.

Non poteva essere diversamente realizzare questa foto proprio a ridosso della Grande manifestazione del Club 2000m di cui sono l’ideatore e l’organizzatore anche nella tematica.

Quando la montagna è donna sarà per sempre nel mio cuore questa salita con Luciana rappresentante femminile quanto più idoneo per la sua forza e la suo entusiasmo.

Ultima modifica il Giovedì, 27 Aprile 2017 14:40