Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

dal 1992 alla scoperta del proprio io...

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Francesco Mancini per ricevere tutte le informazioni sulle attività e gli eventi da lui organizzate.
Sabato, 12 Novembre 2016 00:00

Nebbia, Neve e Vento non fermano il sorriso di Federica: Raggiunta la Cima di Monte Palombo del PNALM (Alt.2013m)

12 Novembre 2016 - NEBBIA,NEVE E VENTO NON FERMANO IL SORRISO DI Fede: RAGGIUNTA LA CIMA DI MONTE PALOMBO NEL PNALM (Alt.2013m) con l'Imperatore Luca Flamini e la nuova forte amica Michela Desideri - Percorsi Km 11 per dislivello salita 860m - Fonte della Padura di Pescasseroli 1250m, Valle dell'Atessa 1600m, Coppo della Pollinella 1750m, Cresta Nord 1850m, Anticima Nord 1964m, Cima del Monte Palombo 2013m.

 

Il monte Palumbo è un 2000 nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

  L'itinerario che inizia dalla Fonte della Padura, segue  il lungo crinale nord-nord-ovest fino in Cima

Poco sotto il limite del bosco si oltrepassa un grosso ripetitore, visibile anche dal basso.

 Si percorre la strada che congiunge Pescasseroli a Bisegna da un versante altrimenti da quello che una volta si chiamava Passo del Diavolo venendo.

Dalla fonte Padura (1275m) circa si segue la pista che si inoltra, in piano, nel bosco.

 Dopo un brevissimo tratto si piega decisamente a destra e, dopo aver attraversato una piccola radura, si inizia a salire nel bosco tra i faggi.

 Si sale piegando leggermente verso sinistra fino ad incrociare la prima radura.

 Sempre dritti si prosegue tenendosi più o meno sul filo del largo crinale.

A quota 1925m circa si oltrepassa un grosso ripetitore circa 2 ore dalla partenza.

Qui la cresta diventa un po più e si esce definitivamente dal bosco.

 Sempre seguendo la cresta si scende ad una sella quindi si rimonta un colle.

 Ancora un tratto in pendenza e si è sulla Cima del monte Palombo che si caratterizza da un grosso omino.

Questa salita è stato fortemente voluta da colui che Vi scrive per incontrare dal Vivo una ragazza che da tempo seguivo sul profilo Facebook del Club 2000m.

Leggevo nei suoi occhi un entusiasmo trascinante e di felicità per le montagne che percorreve.

Come Esploratore degli animi umani non poteva sfuggirmi la conoscenza di Federica.

Un sorriso bellissimo sopra le montagne, così lo definivo fra me e me ,quello di Federica.

Mi ero messo d’accordo con le da tempo per trovare una data giusta per tutti e due, se non ci riuscivamo sarebbe passato molto tempo prima di trovarne un'altra soprattutto per colpa mia.

Il Viaggio da Roma e questa bellissima giornata passata insieme a Federica, insieme al mio fedele Luca e alla nuova Michela, lo ricorderò per sempre perché ha confermato tutto quello che pensavo di Federica.

Grazie Federica perché è come se ci fossimo conosciuti da sempre.

Ultima modifica il Giovedì, 27 Aprile 2017 14:40